Narrative Care. Laboratorio sulle Metodologie Autobiografiche

NARRATIVE CARE è un percorso di ricerca‐formazione attraverso il metodo autobiografico: ricerca perché intende indagare e osservare ‐ attraverso storie professionali, dunque dentro la materialità del lavoro sociale, se e come le storie individuali vengono accolte, e in che modo concorrono a co‐costruire l’intervento socio-educativo; formazione perché, attraverso il lavoro di gruppo, si elabora un processo di co‐costruzione collettiva di significati.

L’utilizzo delle Metodologie Aubiografiche, come strumento di conoscenza di Sé e dell’Altro, si sviluppa all’interno di un contesto più ampio, quello di “MY LIFE in EUROPE: a new Methodology to insert Your Life IN the EUROPE contest”, di NKEY srl di Santa Croce sull’Arno(Pi), “sul valore terapeutico, sociale e culturale dell’autobiografia”(cit. dal sito mylifeineurope.nkey.it ).

I destinatari del progetto sono gli operatori sociali di diverse professionalità ed aree di intervento, del pubblico e del privato, che nei loro impegni professionali e di volontariato privilegiano l’approccio pedagogico‐educativo.

Le organizzazioni partner – Centro Orientamento “Don Bosco”- Ente Capofila (Andria, Italia), Bit Association (Debrecen, Ungheria), Viva Femina (Rzeszow, Polonia) – sono tutte impegnate in attività di formazione ed educazione. In particolare l’Ente Capofila (Italia) utilizza da qualche tempo le metodologie autobiografiche. Le suddette organizzazioni partner si rivolgono a target per i quali il RACCONTO DI VITA riveste una valenza non solo educativa ma anche terapeutica.

Tutte le fasi del percorso e le rispettive attività prevedono il confronto tra i referenti delle organizzazioni partner.
Dopo aver raccolto e verificato i dati emersi dallo scambio di idee/esperienze all’interno del focus group, il docente Savino Calabrese (Libera Università di Anghiari), figura esperta nel settore, si confronta con i responsabili esteri sulle fasi di formazione successiva rivolta agli operatori sociali.

A seguire, il training, (per alcuni, incontri a distanza, per altri, in presenza), registra il coinvolgimento attivo e fattivo di tutti gli operatori sociali, che agiscono nel contesto delle Associazioni di riferimento nei rispettivi Paesi.

Gli incontri in presenza coincidono con tre mobilità: due in  Ungheria e Polonia; il terzo con la partecipazione, a Bologna, all’evento conclusivo del megaprogetto europeo sull’Autobiografia portato avanti dall’Associazione NKEY di Santa Croce sull’Arno, in cui operano le dott.sse Carla Sabatini e Grazia Chiarini.

Hanno operato nell’elaborazione dell’idea progettuale: Marianna Porro, progettista; Rosa Del Giudice, presidente pro–tempore del Centro don Bosco e coprogettista; Savino Calabrese, formatore esperto in Metodologie Autobiografiche.

 

 

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *